Chi paga ora, in Italia?

 

Nel Veneto, che è la terza miglior regione italiana per puntualità nel pagamento delle fatture, il 57% di queste salta, cioè non viene pagato. I ritardi gravi, cioè quelli che superano i quattro mesi e si avviano quindi a diventare INSOLUTO sono aumentati, nell'ultimo trimestre, del 16,6%. (Studio Cribis-Crif).

I pagamenti regolari delle fatture sono, secondo me, uno dei parametri aziendali più importanti in assoluto. Come la febbre è il primo segnale che ci aiuta a capire se il mattino bisogna andare a lavorare o no.

Eppure sui giornali (che sono notoriamente fabbricati da laureati in scienze sociali o psicologiche o filosofiche o raramente giuridiche... cioè gruppi di umani che hanno poco lavorato sulla matematica, sulle scienze) sui giornali, ditemi se sbaglio, si dà tanto più peso al fatturato. Agli utili. All’Ebitda: non tutti sanno cosa è ma se lo citi spesso il tuo interlocutore finisce col confondersi.

Invece la tragedia ha come sempre un nome capibilissimo: insoluto.

Perché è così importante la percentuale delle fatture che tu emetti ma che non viene pagata in tempo e, in qualche caso, non verrà pagata mai?
Perché l’insoluto è la madre di tutti gli abbagli, di tutte le falsificazioni. Tu hai in questo mese un bel fatturato di 100 e quindi dici faccio questo e quell’altro dopo avere dato a Roma più del 50% (e quel "più del 50%" lì è una cosa sicura insieme solo alla morte).

Solo che non è vero che 100 sia 100. Qui, nel Belpaese, 100 è 43. Tutta un’altra storia, non è vero?

Ecco perché a me il fatturato interessa un po' (lo segue Delia) mentre sono in continuo contatto con Enrica che mi dice due volte al giorno chi paga e chi non paga. Allo Studio Bicego, chi non paga si avvia per una strada dolorosa. Il giorno stesso dell'avvenuto insoluto verrà informato che così non si fa.
E il giorno dopo il concetto gli verrà ribadito. E il terzo giorno egli dovrà dire quando pagherà. E così via. Sempre gentilmente, ma senza desistere mai, mai e poi mai. (Enrica fa di cognome Cudiferro). Il non pagatore avrà spesso la netta e verace impressione che, se non paga, egli verrà gentilmente molestato per tutta la vita non escluse le vacanze.

Ultimo "perché" sull’importanza del farsi pagare in un Paese in cui il primo insolvente esemplare è lo Stato.

Bisogna insegnare a tutta l’azienda che una fattura non è sempre una cosa positiva. Una fattura non pagata è una vera disgrazia perché... le materie prime le hai già pagate. Le spese generali. Non mi dilungo perché chi mi legge ha capito benissimo.

Se mi permetto, scusandomi, di pontificare un po’ su questo argomento è perché l’anno scorso su 842 fatture emesse dallo Studio Bicego l’insoluto è stato zero. Certo un po’ di fortuna ci vuole, ma poca.
E per fare pubblicità al nostro corso Online dal titolo ambizioso: Insoluto zero.

Il corso, che sarà gratuito, verrà effettuato online sulla piattaforma ZOOM dalla dr.ssa Elena Terribile e dalla sig.ra Enrica Cudiferro giovedì 15 ottobre 2020 dalle ore 14.00 alle ore 14.30.

 

Visualizza l'anteprima cliccando su Play

 

Antonio Bicego
dottore in Psicologia