Motivazione stupefacente


Il Covid se ne sta andando e cominciamo a riprenderci da un paio d'anni di melanconia diffusa, spalmata sulle nostre vite.

Lo Studio Bicego cresce bene e allora ho detto "dai che festeggiamo" e volevo regalare l'auto a tutti i dipendenti. Circa 400 euro al mese/dipendente.
Prima di fare il passo ho pensato bene di chiedere a ognuno se la cosa gli piaceva perchè, col mestiere che faccio ho imparato una cosa: se vuoi fare un regalo, prima di agire, accertati che sia un regalo.

Una calda mattina di giugno chiedo a Giulia "Quanto contenta sei (voto da 1 a 10) se lo Studio Bicego ti regala un'auto aziendale?"
Risposta: 0
Passo al secondo test.
Quanto cont...
Risposta "1. Io uso la bicicletta"
Ho interrotto quella che ritenevo una ricerca motivazionale piuttosto intelligente per non trasformarla in un incauto e dispendioso tentativo di sobillazione.
Tenete conto che le prime due interpellate sono persone che ritengo preziose per l'azienda e verso le quali nutro un sincero sentimento di devozione per quanto hanno sempre dato alla nostra comunità.
Ma siccome di persone così ne ho tante, brucio di curiosità e vado avanti con la ricerca. Prima di arrivare a un cinque, devo interpellare sei soggetti. Il sesto soggetto mi dice "cinque" con una smorfia. Giuro.
Il decimo interpellato introduce un nuovo elemento: la sindacalizzazione dell'indagine. Alla solita domanda..."Quanto contento sei su scala 1-10" risponde "Dipende da che auto si tratta".
Per cercare di recuperare dico "scegli tu". "Beh", dice "allora gli do 9/10, perchè non bisogna mai esagerare neanche con le lodi e con la soddisfazione". Aveva introdotto, in buonissima fede perchè è un buon cristiano, la fattispecie del "se mi dai quattro io chiedo dieci. Non si sa mai".
Me la caverò con una sola auto all'unico interpellato che ha risposto 10.

Antonio Bicego
dottore in Psicologia